condominio099@gmail.com Phone: 331 9639833

Amministrazioni Condominiali a Taranto

Amministratore di Condominio a Taranto
Cerchi un Amministratore per il tuo Condominio a Taranto?

Read More

Corso Amministratore di Condominio a Taranto

Corso per Amministratore di Condominio a Taranto
Vuoi diventare un Amministratore di Condominio Pro

Read More
Contatti Amministratore Condominio Taranto

Contatta ACT

Puoi contattare ACT tramite l’indirizzo e-mail condominio099@gmail.com o il numero di telefono 331 9639833

Preventivo Amministrazione Condominio Taranto

Preventivo in chiaro

ACT, nel segno della trasparenza, offre preventivi chiari: il compenso e le prestazioni offerte dall’amministratore vengono indicati precisamente nel…

Condominio Taranto online

il Tuo Condominio on line

ACT offre, senza alcun costo aggiuntivo, il servizio di pubblicazione on line dei dati condominiali, nel rispetto della privacy….

Un Amministratore Professionista per il tuo Condominio a Taranto

Benvenuto in Amministratore Condominio Taranto. Se sei giunto in questo sito, molto probabilmente cerchi un Amministratore per il tuo Condominio sito in Taranto. E molto probabilmente ne stai cercando uno serio e affidabile, perché, dopo le esperienze negative con vari pseudo-amministratori, hai capito che è necessario affidarsi a qualcuno che sia in grado di svolgere professionalmente l’attività di amministrazione di immobili.

Amministrazioni Condominiali a Taranto

Amministratore di Condominio a Taranto

Cerchi un Amministratore per il tuo Condominio a Taranto?

Come ormai noto, la legge 11 dicembre 2012, n. 220 ha modificato la disciplina del Condominio negli edifici. In particolare, il nuovo articolo 1130 del codice civile stabilisce quali sono le attribuzioni dell’Amministratore di Condominio:

L’amministratore, oltre a quanto previsto dall’articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:
1) eseguire le deliberazioni dell’assemblea, convocarla annualmente per l’approvazione del rendiconto condominiale di cui all’articolo 1130-bis e curare l’osservanza del regolamento di condominio;
2) disciplinare l’uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell’interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini;
3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio e per l’esercizio dei servizi comuni;
4) compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell’edificio;
5) eseguire gli adempimenti fiscali;
6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili;
7) curare la tenuta del registro dei verbali delle assemblee, del registro di nomina e revoca dell’amministratore e del registro di contabilità. Nel registro dei verbali delle assemblee sono altresì annotate: le eventuali mancate costituzioni dell’assemblea, le deliberazioni nonché le brevi dichiarazioni rese dai condomini che ne hanno fatto richiesta; allo stesso registro è allegato il regolamento di condominio, ove adottato. Nel registro di nomina e revoca dell’amministratore sono annotate, in ordine cronologico, le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore del condominio, nonché gli estremi del decreto in caso di provvedimento giudiziale. Nel registro di contabilità sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell’effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Tale registro può tenersi anche con modalità informatizzate;
8) conservare tutta la documentazione inerente alla propria gestione riferibile sia al rapporto con i condomini sia allo stato tecnico-amministrativo dell’edificio e del condominio;
9) fornire al condomino che ne faccia richiesta attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso;
10) redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l’assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni.